Contenuto principale

Messaggio di avviso

Indice dei contenuti

Dirigente scolastico

Collaboratore vicario

Collaboratore dirigente scolastico

Responsabile di plesso

referente di plesso

Collegio docenti

Consiglio di istituto

Giunta esecutiva

Dipartimenti disciplinari

Coordinatori di dipartimento

Consigli di classe

Coordinatori e segretari del consiglio di classe

Responsabile servizio prevenzione e protezione

Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

Funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa

Coordinamento gruppi lavoro per l'integrazione e l'inclusione

Coordinamento attività di orientamento

Supporto informatico attività dei docenti

Animatore digitale

Amministratore sito web dell'istituto

Organo di garanzia

Comitato di valutazione

Tutor docenti neoimmessi

Referente formazione docenti

Referenti INVALSI

Referenti e membri di commissione

Comitato tecnico scientifico

Tutor scolastico

Direttore dei servizi generali e amministrativi

Assistenti amministrativi

Assistenti tecnici

Comitato studentesco e direttivo studentesco

Consulta degli studenti

 

Dirigente scolastico

Legale rappresentanza dell’Istituzione scolastica

  • Assicura la gestione unitaria dell'istituzione;
  • È responsabile della gestione delle risorse finanziarie e dei risultati del servizio;
  • Ha autonomi poteri di direzione, coordinamento e di valorizzazione delle risorse umane;
  • Cura i rapporti con enti pubblici e privati;
  • Gestisce il contenzioso sul lavoro e i procedimenti disciplinari;
  • Stipula accordi e convenzioni;
  • È responsabile della trasparenza e cura l’aggiornamento del PTTI;
  • Cura i rapporti con l’amministrazione centrale

Gestione didattica

  • Presiede le sedute del collegio dei docenti;
  • Presiede i consigli di classe ordinari e straordinari;
  • Coordina i lavori di stesura del RAV;
  • Coordina le attività previste dal PTOF;
  • Cura la realizzazione del PdM;
  • Cura la comunicazione interna e controlla la documentazione didattica e educativa;
  • Verifica il corretto utilizzo del registro elettronico;
  • Cura le azioni informative e formative inerenti la rilevazione degli apprendimenti (INVALSI, prove in ingresso, prove per classi parallele, simulazioni prove d’esame);
  • Promuove la progettazione e l’attuazione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro;
  • Gestisce i procedimenti disciplinari relativi agli alunni;
  • Gestisce relazioni scuola-famiglia

Gestione organizzativa

  • Predispone l’atto di indirizzo per il Collegio dei docenti;
  • Predispone il piano annuale delle attività da sottoporre al collegio dei docenti;
  • Adotta il piano annuale del personale ata predisposto dal DSGA;
  • Procede alla formazione delle classi e all’assegnazione delle cattedre sentite le proposte del collegio dei docenti e sulla base dei criteri stabiliti dal consiglio d’istituto;
  • Provvede all’individuazione dei docenti per competenze;
  • Sulla base dei criteri individuati dal comitato per la valutazione dei docenti, assegna annualmente un bonus per la valorizzazione del personale docente;
  • Organizza e presiede le riunioni dello staff e delle commissioni di lavoro;
  • Predispone un piano di formazione e cura la formazione del personale;
  • Presiede le riunioni del servizio di prevenzione e sicurezza e gestisce le problematiche e gli adempimenti relativi alla sicurezza negli ambienti di lavoro;
  • Predispone e gestisce gli atti relativi alla tutela della privacy

Gestione amministrativa

  • Predispone, coadiuvato dal DSGA, il programma annuale e redige apposita relazione;
  • Predispone relazione al conto consuntivo;Realizza il programma annuale;
  • Sottopone al consiglio d’istituto una relazione sullo stato di attuazione del programma;
  • Imputa le spese nei limiti della dotazione finanziaria e ne assume l’impegno;
  • Firma i mandati e le reversali congiuntamente al DSGA;
  • Stipula e sottoscrive la convenzione per il servizio di cassa dell’istituto;
  • Indica al DSGA i responsabili dei laboratori;
  • È titolare dell’attività negoziale;
  • Ordina direttamente spese non eccedenti la somma di euro 2000,00, ovvero entro il limite fissato dal consiglio;
  • Nomina una apposita commissione per gli acquisti e il collaudo;
  • Favorisce la dematerializzazione dei processi amministrativi;
  • Implementa il rinnovo delle attrezzature e delle infrastrutture digitali

Relazioni sindacali

  • Gestisce i rapporti col la RSU;
  • Gestisce i rapporti con le OO.SS. territoriali;
  • Gestisce la contrattazione integrativa d’istituto;
  • Gestisce i rapporti con il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza;
  • Se la RSU decade, predispone un atto unilaterale per l’utilizzo dei fondi

Torna all'indice

Collaboratore vicario

  • Sostituisce il Dirigente scolastico in caso di assenza o impedimento, o su delega, redigendo atti, firmando documenti interni, curando i rapporti con l’esterno;
  • Garantisce la presenza in Istituto, secondo l’orario stabilito, per il regolare funzionamento dell’attività didattica, assicura la gestione della sede, controlla le necessità strutturali e didattiche;
  • riferisce al dirigente sul suo andamento;
  • Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal Dirigente scolastico;
  • Collabora alle operazioni di attuazione del PTOF, del PdM;
  • Redige il verbale del Collegio dei Docenti e verifica le presenze durante le sedute;
  • Collabora con il Dirigente scolastico per questioni relative a sicurezza e tutela della privacy;
  • Collabora alla predisposizione, organizzazione, somministrazione e attuazione delle rilevazioni statistiche (INVALSI, prove in ingresso, per classi parallele, simulazioni ecc);
  • Supporta il Dirigente nella definizione e l’aggiornamento della modulistica e della comunicazione interna;
  • Supporta il DS nelle procedure di accesso agli atti;
  • Collabora nella predisposizione di alcune circolari;
  • Attiva il percorso per la valutazione dei dati sui risultati scolastici;
  • Si occupa dei permessi di entrata e uscita degli studenti;
  • Cura i rapporti e la comunicazione con le famiglie;
  • Svolge azione promozionale delle iniziative poste in essere dall’Istituto;
  • Collabora nell’organizzazione di eventi e manifestazioni, anche in collaborazione con strutture esterne;
  • Mantiene rapporti con professionisti e agenzie esterne per l’organizzazione di conferenze, corsi di formazione e percorsi di alternanza scuola-lavoro;
  • Coordina la partecipazione a concorsi e gare;
  • Sovraintende al funzionamento del registro elettronico;
  • Predispone questionari e modulistica interna;
  • Collabora alla predisposizione dei calendari delle attività didattiche e funzionali;
  • Cura i rapporti con il personale docente e non docente per tutti i problemi relativi al funzionamento didattico ed organizzativo informandone il D.S.;
  • Segnala tempestivamente malfunzionamenti, pericoli, rischi prevedibili per alunni, docenti e collaboratori;
  • In assenza del DS e in collaborazione con il RSPP effettua richiesta di interventi urgenti all’Ente proprietario;
  • In collaborazione con il RSPP e RLS opera per la gestione delle emergenze e contatta gli ASPP;
  • in collaborazione con la DS svolge mansioni con particolare riferimento a: Vigilanza e controllo della disciplina; Organizzazione interna; Orario scolastico; Gestione dell’orario scolastico; Uso delle aule e dei laboratori; Controllo dei materiali inerenti la didattica: verbali, calendari, circolari;
  • Il docente collaboratore vicario, in caso di sostituzione del Dirigente, è delegato alla consultazione giornaliera della posta e alla firma dei seguenti atti amministrativi: libretti delle giustificazioni; richieste di intervento forze dell’ordine per gravi motivi; richieste ingressi posticipati e uscite anticipate studenti, circolari.

Torna all'indice

Collaboratore DS

Al docente secondo collaboratore viene assegnata la sostituzione del Dirigente Scolastico assente per impegni istituzionali, malattia, ferie o permessi, in caso di assenza del Primo collaboratore, e in sostituzione di quest’ultimo durante le sue ore di lezione.

  • Partecipa alle riunioni di coordinamento indette dal Dirigente scolastico;
  • Svolge azione promozionale delle iniziative poste in essere dall’Istituto;
  • Collabora alle operazioni di attuazione del PTOF, del PdM;
  • Collabora alla predisposizione, organizzazione, somministrazione e attuazione delle rilevazioni statistiche (INVALSI, prove in ingresso, per classi parallele, simulazioni ecc);
  • Coordinamento logistico del regolare svolgimento delle attività didattiche;
  • Cura i rapporti con il personale docente e non docente per tutti i problemi relativi al funzionamento didattico ed organizzativo informandone il D.S.;
  • Si occupa dei permessi di entrata e uscita degli studenti;
  • Cura i rapporti e la comunicazione con le famiglie;
  • Collabora nell’organizzazione di eventi e manifestazioni, anche in collaborazione con strutture esterne;
  • Mantiene rapporti con professionisti e agenzie esterne per l’organizzazione di conferenze e eventi culturali;
  • Coordina la partecipazione a concorsi e gare;
  • Collabora alla predisposizione di alcune circolari;
  • Fornisce ai docenti materiali sulla gestione interna dell’Istituto;
  • in collaborazione con la DS svolge mansioni con particolare riferimento a: Vigilanza e controllo della disciplina; Organizzazione interna; Orario scolastico; Gestione dell’orario scolastico; Uso delle aule e dei laboratori

Torna all'indice

Responsabile di plesso

Si occupa:

  • Applicazione/controllo delle circolari e del rispetto della normativa scolastica vigente;
  • Svolgimento di tutte le funzioni che assicurano il pieno e quotidiano funzionamento del plesso di servizio, incluso il coordinamento degli esperti esterni operanti nel plesso;
  • Coordinamento logistico del regolare svolgimento delle attività didattiche;
  • Sostituzione di docenti per assenze brevi, prevedendo recuperi orari ai colleghi che svolgono ore di sostituzione e ore eccedenti;
  • Rapporti scuola/famiglia sulla base delle direttive del D.S.;
  • Rapporti con il personale docente e non docente per tutti i problemi relativi al funzionamento didattico ed organizzativo informandone il D.S.;
  • Autorizzazione ingresso posticipato/uscita anticipata degli alunni sulla base di apposita modulistica predisposta dalla segreteria amministrativa;
  • Supporto al DS per lo svolgimento di prove integrative, esami e rilevazioni (INVALSI ecc.);
  • Segnalazione tempestiva di malfunzionamenti, pericoli, rischi prevedibili per alunni, docenti e collaboratori;
  • In assenza del DS e in collaborazione con il RSPP richiesta di interventi urgenti all’Ente proprietario;
  • In collaborazione con il RSPP e RLS gestione delle emergenze e contatti con ASPP;
  • Verifica periodica del contenuto della cassetta di primo soccorso;
  • in collaborazione con la DS svolge mansioni con particolare riferimento a: Vigilanza e controllo della disciplina; Organizzazione interna; Orario scolastico; Gestione dell’orario scolastico; Uso delle aule e dei laboratori

Torna all'indice

Referente di plesso

Si occupa:

  • ingresso posticipato/uscita anticipata degli alunni sulla base di apposita modulistica predisposta dalla segreteria amministrativa;
  • Rapporti con il personale docente e non docente per tutti i problemi relativi al funzionamento didattico ed organizzativo informandone il D.S.;
  • Rapporti scuola/famiglia sulla base delle direttive del D.S.;
  • in collaborazione con la DS svolge mansioni con particolare riferimento a: Vigilanza e controllo della disciplina; Organizzazione interna; Orario scolastico; Gestione dell’orario scolastico; Uso delle aule e dei laboratori

Torna all'indice

Collegio docenti

È responsabile dell'impostazione didattico-educativa, in rapporto alle particolari esigenze dell'istituzione scolastica e in armonia con le decisioni del Consiglio di istituto.
Elabora il Piano Triennale dell'offerta formativa (P.T.O.F.); delibera su: programmazione educativa, adeguamento dei programmi d'insegnamento alle particolari esigenze del territorio e del coordinamento disciplinare, iniziative per il sostegno di alunni disabili e stranieri, innovazioni sperimentali di autonomia relative agli aspetti didattici dell'organizzazione scolastica, piano annuale delle attività di aggiornamento e formazione; la scansione temporale ai fini della valutazione degli alunni; l'adozione dei libri di testo, su proposta dei consigli di classe e la scelta dei sussidi didattici; la valutazione periodica dell'andamento complessivo dell'azione didattica; le proposte per la formazione delle classi, assegnazione dei docenti e orario di lezioni; i pareri su iniziative per l'educazione alla salute e contro le tossicodipendenze; l'elezione dei propri rappresentanti nel consiglio di circolo o di istituto; l'elezione dei docenti che compongono il comitato per la valutazione del servizio degli insegnanti; l'identificazione e attribuzione di funzioni strumentali al P.T.O.F.
Il collegio dei docenti si riunisce in forma unitaria con tutti i docenti dell’istituto per i compiti sopracitati ma si può riunire in collegi specifici per ogni ordine di scuola per gli aspetti specifici di ogni tipo di scuola.

Torna all'indice

Consiglio d’Istituto

Il consiglio di istituto determina le forme di autofinanziamento della scuola; delibera il bilancio preventivo e il conto consuntivo e stabilisce come impiegare i mezzi finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico. Spetta al consiglio l'adozione del regolamento interno dell'istituto, l'acquisto, il rinnovo e la conservazione di tutti i beni necessari alla vita della scuola, la decisione in merito alla partecipazione dell'istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative assistenziali. Fatte salve le competenze del collegio dei docenti e dei consigli di classe, ha potere deliberante sull'organizzazione e la programmazione della vita e dell'attività della scuola, nei limiti delle disponibilità di bilancio, per quanto riguarda i compiti e le funzioni che l'autonomia scolastica attribuisce alle singole scuole. In particolare approva il Piano triennale dell'offerta formativa, P.T.O.F., elaborato dal collegio dei docenti.
Inoltre il consiglio di istituto indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all'assegnazione dei singoli docenti, e al coordinamento organizzativo dei consigli di classe; esprime parere sull'andamento generale, didattico ed amministrativo dell'istituto, stabilisce i criteri per l'espletamento dei servizi amministrativi ed esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.

Torna all'indice

Giunta esecutiva

La Giunta esecutiva prepara i lavori del consiglio di istituto, fermo restando il diritto di iniziativa del consiglio stesso, e cura l'esecuzione delle relative delibere. Come previsto dal Decreto Interministeriale n. 44 dell'1 febbraio 2001, art.2, comma 3, entro il 31 ottobre ha il compito di proporre al Consiglio di istituto il programma delle attività finanziarie della istituzione scolastica, accompagnato da un'apposita relazione e dal parere di regolarità contabile del Collegio dei revisori.
Nella relazione, su cui il consiglio dovrà deliberare entro il 15 dicembre dell'anno precedente quello di riferimento, sono illustrati gli obiettivi da realizzare e l'utilizzo delle risorse in coerenza con le indicazioni e le previsioni del Piano dell'offerta formativa, nonché i risultati della gestione in corso e quelli del precedente esercizio finanziario.

Torna all'indice

Dipartimenti disciplinari

I dipartimenti disciplinari sono articolazioni funzionali del collegio dei docenti per il sostegno alla progettazione formativa e alla didattica.
I Dipartimenti sono luogo di confronto tra insegnanti dell’area disciplinare in merito alla progettazione dei percorsi formativi correlati al profilo educativo, culturale e professionale dello studente (PECUP).
I Dipartimenti disciplinari sono inoltre sedi deputate alla ricerca, all’innovazione metodologica e disciplinare ed alla diffusione interna della documentazione educativa, allo scopo di favorire scambi di informazioni, di esperienze e di materiali didattici.
Essi sono presieduti dal Dirigente Scolastico o su delega da un coordinatore di dipartimento.
I dipartimenti hanno il compito di:

  • elaborare il curricolo per competenze;
  • individuare le conoscenze, le abilità e le competenze in uscita rispettivamente nel primo biennio, secondo biennio e quinto anno;
  • definire gli standard minimi richiesti a livello di conoscenze e competenze;
  • definire le modalità attuative del piano di lavoro disciplinare;
  • concordare e adottare nuove strategie di insegnamento secondo una didattica laboratoriale;
  • definire i criteri della valutazione per competenze e le rubriche di competenze;
  • progettare e coordinare lo svolgimento di prove di verifica disciplinari comuni in ingresso e prove di verifica nel 1° anno del secondo biennio, esaminare i risultati delle prove di rilevazione degli apprendimenti (INVALSI e prove interne) e individuare correttivi o integrazioni alla progettazione curricolare;
  • progettare interventi di recupero e sostegno didattico;
  • proporre l’adozione di libri di testo, di sussidi e di materiali didattici;
  • proporre percorsi formativi per una didattica disciplinare orientativa;
  • proporre percorsi di autoaggiornamento, aggiornamento, formazione

Torna all'indice

Coordinatori di dipartimento

D' intesa con il Dirigente scolastico il coordinatore di dipartimento:

  • Presiede le riunioni del Dipartimento programmate dal Piano annuale delle attività;
  • Illustra la normativa vigente e ne cura l’attuazione (in particolare Le Raccomandazioni del Parlamento Europeo, le Indicazioni Nazionali, i Regolamento di riordino dei Licei, ecc.).;
  • Collabora con la dirigenza e i colleghi e garantisce che nelle riunioni vengano trattate tutte le attività programmate e deliberati i punti all’o.d.g.;
  • Elabora proposte per la stesura del Piano triennale dell’offerta formativa;
  • Raccoglie la documentazione prodotta dal Dipartimento consegnandone copia al Dirigente Scolastico e mettendola a disposizione di tutti i docenti;
  • Fa circolare materiali didattici prodotti all’interno dell’istituto;
  • Favorisce occasioni di ricerca didattica attorno a temi di rilevanza professionale ( valutazione-tecnologie didattiche etc.);
  • Cura la revisione sistematica dei curricoli e le unità di apprendimento;
  • È punto di riferimento per i docenti del proprio dipartimento come mediatore delle istanze di ciascun docente, garante del funzionamento, della correttezza e della trasparenza del dipartimento;
  • Su propria iniziativa o su richiesta motivata espressa dalla maggioranza dei docenti del Dipartimento, può richiedere al DS la convocazione

Torna all'indice

Consigli di classe

I Consigli di classe operano ai sensi e per le finalità previsti dall’articolo 5 del DLgs 297/94; formulano al Collegio dei docenti proposte in ordine all’azione educativa e didattica e ad iniziative di sperimentazione. Tutti i progetti e le iniziative dell’Istituto, per diventare operativi e avere efficacia sugli studenti, devono passare attraverso delibere formali dei Consigli di classe. Mentre le attività strettamente didattiche sono gestite dalla sola componente docente, le altre attività sono gestite in cooperazione con i rappresentanti degli Studenti e dei Genitori.

Torna all'indice

Coordinatori e segretari dei Consigli di classe

Il coordinatore:

  • Presiede, su delega del Dirigente scolastico (art. DPR 416/74), le riunioni del Consiglio di classe;
  • Coordina i rapporti tra i docenti della classe in ordine alla programmazione delle attività didattiche;
  • Redige il documento di programmazione della classe nella parte comune e la archivia nella rete d'Istituto;
  • Presenta agli studenti la programmazione di classe, il regolamento d'Istituto, il contratto formativo, la carta dei servizi, il P.T.O.F;
  • Verifica che i colleghi abbiano illustrato la programmazione disciplinare. E' punto di riferimento per il dirigente scolastico ed i colleghi, specie i supplenti, coi quali mantiene costanti ed opportuni contatti;
  • Segnala alla presidenza eventuali problemi e necessità di interventi adeguati;
  • E' punto di riferimento per i genitori ai quali comunica le informazioni sugli esiti scolastici dei figli;
  • Verifica a fine quadrimestre la corretta compilazione del registro di classe (firme, argomenti, assenze, giustificazioni);
  • Verifica ad inizio d'anno le firme dei genitori sul libretto delle assenze con timbro della scuola;
  • Controlla assenze, ritardi, uscite anticipate degli studenti, contattando le famiglie direttamente o tramite la segreteria didattica;
  • Partecipa agli incontri d'Istituto per il coordinamento delle attività didattiche;
  • I coordinatori delle classi quinte coordinano tutte le attività del consiglio relative all'esame di Stato.

Il segretario:

  • Collabora con il Presidente nella predisposizione dei dati informativi richiesti dall’ordine del giorno delle riunioni;
  • durante le sedute del Consiglio di Classe registra le informazioni e le dichiarazioni da inserire nel verbale;
  • procede alla stesura del verbale in forma chiara, sintetica, ma compiuta e definitiva e lo sottopone all’approvazione del Presidente;
  • fa pervenire il verbale nell’Ufficio di vicepresidenza della sede centrale entro cinque giorni dalla seduta.

Torna all'indice

Responsabile servizio prevenzione e protezione

Provvede a:

  • individuazione dei fattori di rischio, valutazione dei rischi, individuazione delle misure di sicurezza e salubrità dell’ambiente di lavoro;
  • elaborazione delle misure preventive e protettive e dei sistemi di controllo delle misure adottate;
  • segnalazione alla amministrazione provinciale dei fattori di rischio;
  • elaborazione delle procedure di sicurezza per le varie attività scolastiche;
  • proposta di programmi di formazione e informazione per i lavoratori.

Torna all'indice

Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza

Provvede a:

  • collaborare con il datore di lavoro per migliorare la qualità del lavoro in Istituto;
  • ascoltare i problemi sollevati dai dipendenti in materia di sicurezza sul posto di lavoro ed effettuare i dovuti controlli concernenti queste segnalazioni;
  • partecipare a tutte le riunioni periodiche riguardanti la sicurezza dei lavoratori;
  • controllare l’effettiva realizzazione degli interventi, obbligatori o concordati, necessari per la sicurezza del lavoro in Istituto;
  • avere un rapporto diretto con gli organi di controllo chiamati alla valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei dipendenti.

Torna all'indice

Funzioni strumentali al piano dell’offerta formativa

Coordinamento e gestione PTOF:

  • Contribuire ad elaborare, diffondere e condividere la mission e la vision unitaria del PTOF all’interno e all’esterno dell’Istituto;
  • Coordinare con il DS i lavori della commissione PTOF;
  • Promuovere l’incontro con i rappresentanti del territorio, gli studenti, i genitori, la componente non docente per promuovere il raccordo interistituzionale e raccogliere elementi utili alla predisposizione del PTOF;
  • Gestire il coordinamento delle attività programmate nel POF e organizzare, coordinare le riunioni attinenti al proprio ambito e gli incontri di coordinamento organizzativo;
  • Coordinare il nucleo di autovalutazione e gestire le attività di autoanalisi e di autovalutazione dell’Istituto fornendo informazioni riguardo alla qualità dei processi messi in atto, ai risultati prodotti, al grado di soddisfazione raggiunto;
  • Coordinare con il DS i lavori della commissione per la predisposizione del Piano di Miglioramento dell’Istituto;
  • Operare in sinergia con le altre F.S., i referenti dei singoli progetti, i coordinatori dei dipartimenti, e i responsabili delle commissioni per verificare l’attuazione della progettazione e della documentazione prevista dal PTOF;
  • Curare il monitoraggio e la valutazione delle attività, dei progetti e del PTOF;
  • Sottoporre al Collegio dei docenti, al termine di ogni anno scolastico, una relazione finale sui risultati raggiunti rispetto agli obiettivi fissati.

Torna all'indice

Coordinamento GLI

  • Accoglienza degli studenti con H;
  • Controllo dei dati, dei fascicoli personali e della documentazione presentata dagli studenti H e delle scadenze delle certificazioni;
  • Curare e predisporre gli incontri del GLHO e delle riunioni del GLI;
  • Curare la richiesta dell’Assistenza Specialistica;
  • Supportare l’organizzazione delle attività degli Educatori Professionali in istituto;
  • Coordinare il gruppo di lavoro dei docenti di sostegno;
  • Fornire supporto ai docenti e alle famiglie per compilare la documentazione;
  • Controllare la predisposizione e firma dei PEI da parte del Consiglio di classe, dei genitori e degli operatori sanitari;
  • Effettuare una ricognizione dei sussidi presenti o da acquistare per migliorare le condizioni a scuola dei ragazzi disabili;
  • Collaborare con la dirigenza per circolari e avvisi sull’organizzazione del sostegno;
  • Provvedere alla stesura del PAI;
  • Sottoporre al Collegio dei docenti, al termine di ogni anno scolastico, una relazione finale sui risultati raggiunti rispetto agli obiettivi fissati.

Torna all'indice

Coordinamento attività di orientamento

  • Coordinare i lavori della commissione e pianificare gli interventi di informazione, promozione e presentazione dell’Offerta Formativa dell’Istituto agli studenti della scuola media, alle famiglie;
  • Predisporre materiali informativi;
  • Curare l’accoglienza degli studenti in ingresso;
  • Curare i rapporti e gli scambi con i docenti della scuola media tramite l’acquisizione e la restituzione di dati inerenti le prove d’ingresso e i prerequisiti per i differenti indirizzi di studio;
  • Promuovere incontri informativi e organizzare l’Open Day;
  • Curare i rapporti con le facoltà universitarie, la partecipazione degli studenti alle giornate dedicate all’orientamento in uscita;
  • Favorire e organizzare la somministrazione dei test d’accesso alle facoltà universitarie;
  • Supportare l’iscrizione on line degli studenti delle classi 5^ all’università;
  • Promuovere attività di orientamento con esperti esterni del mondo accademico;
  • Organizzare incontri con rappresentanti e referenti del mondo del lavoro;
  • Sottoporre al Collegio dei docenti, al termine di ogni anno scolastico, una relazione finale sui risultati raggiunti rispetto agli obiettivi fissati.

Torna all'indice

Supporto informatico attività dei docenti

  • Promuovere e sostenere azioni di cooperazione didattico-professionale con l’utilizzo della multimedialità;
  • Svolgere un’azione di sostegno operativo ai docenti impegnati con le LIM nella realizzazione di iniziative didattiche e progettuali, nell’uso di software e nella produzione di materiali didattici;
  • Verificare i programmi presenti e gli aggiornamenti dei software caricati sulle LIM, fornire indicazioni e materiali all’assistente tecnico;
  • Supportare i docenti nell’utilizzo del registro elettronico e intervenire per eventuali difficoltà nell’uso delle svariate funzionalità;
  • Promuovere la comunità di pratica e coordinare gruppi di lavoro on-line;
  • Curare la pubblicazione sul sito web di informazioni inerenti le attività progettuali, le iniziative, gli eventi programmati e realizzati dall’istituto;
  • Sottoporre al Collegio dei docenti, al termine di ogni anno scolastico, una relazione finale sui risultati raggiunti rispetto agli obiettivi fissati.

Torna all'indice

Animatore digitale e team scuola digitale

Con i seguenti compiti:

  • Stimolare la formazione interna negli ambiti della PNSD;
  • Coinvolgere la comunità scolastica nei processi di digitalizzazione;
  • Individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola.

Torna all'indice

Amministratore sito web d’istituto

Provvede a:

  • garantire l’aggiornamento del Sito e controllarne costantemente la fruibilità, la qualità e la legittimità, in coerenza con l’Offerta Formativa dell’Istituto, il rispetto della normativa vigente sulla privacy e, nei limiti delle informazioni in suo possesso, il rispetto del diritto d’autore;
  • tutelare la coerenza stilistica del Sito sul piano grafico, della struttura e della navigabilità risolvere problemi tecnici;
  • ricevere, controllare e pubblicare il materiale proposto dal Dirigente scolastico, dalla Segreteria, dai Docenti;
  • indicare le modalità di elaborazione dei materiali forniti per la pubblicazione;
  • promuovere la visibilità del Sito e la collaborazione tra i Docenti, gli alunni e il personale scolastico, finalizzata a migliorare il Sito stesso in termini di accessibilità, fruibilità e completezza;
  • informare e aggiornare tempestivamente il Dirigente scolastico sulle eventuali rilevanze e criticità che possono presentarsi. Il Responsabile informa il Dirigente Scolastico di eventi particolari che permettano il miglioramento del servizio Web, anche con modifiche agli impianti tecnologici, o di eventi che possano in qualsiasi modo compromettere la funzionalità del sito o danneggiare l’immagine della Scuola.

Torna all'indice

Organo di garanzia

Le sue funzioni sono:

  • prevenire ed affrontare tutti i problemi e i conflitti che possano emergere nel rapporto tra studenti ed insegnanti e in merito all’applicazione dello Statuto delle studentesse e degli studenti ed avviarli a soluzione;
  • esaminare i ricorsi presentati dai Genitori degli Studenti o da chi esercita la Patria Potestà in seguito all’irrogazione di una sanzione disciplinare a norma del regolamento di disciplina. Il funzionamento dell’O.G. è ispirato a principi di collaborazione tra scuola e famiglia, anche al fine di rimuovere possibili situazioni di disagio vissute dagli studenti.

Torna all'indice

Comitato di valutazione

Il comitato individua i criteri per la valorizzazione dei docenti sulla base:

  • della qualità dell'insegnamento e del contributo al miglioramento dell'istituzione scolastica, nonchè del successo formativo e scolastico degli studenti;
  • dei risultati ottenuti dal docente o dal gruppo di docenti in relazione al potenziamento delle competenze degli alunni e dell'innovazione didattica e metodologica, nonchè della collaborazione alla ricerca didattica, alla documentazione e alla diffusione di buone pratiche didattiche;
  • delle responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo e didattico e nella formazione del personale;
  • Il comitato esprime altresì il proprio parere sul superamento del periodo di formazione e di prova per il personale docente. A tal fine il comitato è composto dal dirigente scolastico, che lo presiede, dai docenti individuati dal Collegio dei docenti e dal Consiglio d’Istituto ed è integrato dal docente a cui sono affidate le funzioni di tutor;
  • Il comitato valuta il servizio su richiesta dell'interessato, previa relazione del dirigente scolastico; nel caso di valutazione del servizio di un docente componente del comitato, ai lavori non partecipa l'interessato e il consiglio di istituto provvede all'individuazione di un sostituto. Il comitato esercita altresì le competenze per la riabilitazione del personale docente.

Torna all'indice

Tutor docenti neoimmessi

Il tutor ha i seguenti compiti:

  • accogliere il neo-assunto nella comunità professionale;
  • favorire la sua partecipazione ai diversi momenti della vita collegiale della scuola;
  • esercitare ogni forma utile di ascolto, consulenza e collaborazione per migliorare la qualità e l’efficacia dell’insegnamento;
  • elaborare, sperimentare, validare risorse didattiche e unità di apprendimento in collaborazione con il docente neo-assunto;
  • promuovere momenti di osservazione in classe, finalizzate al miglioramento delle pratiche didattiche, alla riflessione condivisa sugli aspetti salienti dell’azione di insegnamento.

Torna all'indice

Referente formazione docenti

Collaborare con il DS:

  • alla predisposizione del piano di formazione per il personale;
  • a promuovere innovazione e valorizzazione delle professionalità;
  • a costruire un raccordo efficace tra bisogni formativi dei docenti, superamento delle criticità del RAV e obiettivi del PdM;
  • a progettare e organizzare azioni formative di miglioramento del singolo e dell’istituzione;
  • a predisporre l’adesione dei docenti alla frequenza di almeno una UF per ogni anno di insegnamento;
  • a monitorare e rendicontare le attività

Torna all'indice

Referenti INVALSI

Compiti e funzioni:

  • Curare le comunicazioni con l’INVALSI e aggiornare i docenti su tutte le informazioni relative al SNV;
  • Coadiuvare il D. S. nell’organizzazione delle prove;Coordinare lo smistamento, alle classi interessate, dei fascicoli con le prove e delle schede alunni;
  • Fornire le informazioni ai docenti sulla corretta somministrazione e correzione delle prove;
  • Collaborare con il DS nella scelta dei docenti somministratori delle prove;
  • Il giorno delle prove procedere ad applicare le etichette con i codici sulle copertine di ciascun fascicolo, compilare elenco classi e elenco studenti, conservare una copia degli elenchi, coordinare le attività di somministrazione delle prove oggettive nelle date indicate dall’Invalsi;
  • Analizzare i dati restituiti dall’INVALSI e confrontarli con gli esiti della valutazione interna in collaborazione con il NIV e con i Dipartimenti Linguistico-letterario e Matematico-scientifico, al fine di verificare l’efficacia della Progettazione, dell’innovazione metodologica e dei percorsi didattici attivati; con tali commissioni ha il compito di leggere ed interpretare correttamente i risultati, individuando i punti di forza e di criticità, per favorire un’autoanalisi di istituto e per informare e accompagnare il processo di miglioramento;
  • Comunicare e informare il Collegio dei Docenti e i Consigli di Classe su: risultati, confronto di livelli emersi nella valutazione interna ed esterna, confronto in percentuale dei risultati della scuola con quelli dell’Italia, del Sud, della Regione;
  • Curare la pubblicazione dei materiali prodotti sul sito web.

Torna all'indice

 

Referenti e Membri di Commissione

Con i seguenti compiti:

  • Presiedere in assenza del DS i lavori della commissione;
  • Curare la verbalizzazione degli incontri;Pianificare le attività;
  • Adoperarsi per il rispetto delle norme riguardanti il proprio settore di competenza;
  • Promuovere piani di intervento e contatti con gli enti o le persone di riferimento;
  • Coordinare le attività, assicurare la funzionalità delle risorse e l’utilizzo ottimizzato delle dotazioni;
  • Segnalare alla Dirigenza le criticità e i disservizi ed avanzare richieste di intervento, di acquisti;
  • Monitorare il processo e curare la valutazione degli esiti.

Torna all'indice

Comitato tecnico scientifico alternanza scuola-lavoro

ha il compito di:

  • raccordare la progettazione scolastica con il mondo del lavoro;
  • rilevare i bisogni formativi degli studenti, pianificare l’inserimento nel mondo del lavoro anche sotto forma di orientamento;
  • dare indicazioni e intraprendere contatti con enti, aziende, imprese, agenzie presenti nel tessuto produttivo del territorio;
  • Formulare proposte e pareri al Consiglio di Istituto ed al Collegio dei Docenti in ordine ai programmi e alle attività da svolgere;
  • Definire gli aspetti tecnici e scientifici dei piani delle attività;
  • Definire un piano di lavoro anche pluriennale;
  • Monitorare e valutare la progettualità tecnico-scientifica delle attività svolte;
  • Curare tutte le pratiche amministrative attinenti.

Torna all'indice


Tutor scolastico alternanza scuola-lavoro

Ha il compito di:

  • elaborare, insieme al Tutor esterno, il percorso formativo personalizzato che verrà sottoscritto dalle parti coinvolte;
  • assistere e guidare lo studente nei percorsi di alternanza e verificarne, in collaborazione con il Tutor esterno, il corretto svolgimento;
  • gestire le relazioni con il contesto in cui si sviluppa l’esperienza di alternanza scuola lavoro, rapportandosi con il Tutor esterno;
  • monitorare le attività e affrontare le eventuali criticità che dovessero emergere dalle stesse;
  • documentare gli obiettivi raggiunti e le competenze progressivamente sviluppate dallo studente (con il Tutor esterno);
  • aggiornare il Consiglio di classe sullo svolgimento dei percorsi e comunicare le risultanze del percorso formativo per favorire la valutazione dell’esperienza effettuata;
  • assistere il Dirigente scolastico nella redazione della scheda di valutazione.

Torna all'indice

Direttore dei servizi generali e amministrativi

In ambito finanziario e contabile:

  • è il responsabile della contabilità e degli adempimenti fiscali;
  • attua la gestione del programma annuale (ex bilancio di previsione) e del conto consuntivo;
  • emette i mandati di pagamento e reversali d’incasso;
  • effettua la verifica dei c/c intestati all’Istituto;
  • predispone la scheda finanziaria analitica per ogni singolo progetto/attività previsti dal Programma Annuale;
  • definisce ed esegue tutti gli atti contabili, di ragioneria ed economato;
  • cura l’attuazione amministrativa, finanziaria e contabile delle delibere del Consiglio d’Istituto in materia di bilancio;
  • predispone la relazione sullo stato delle entrate, degli impegni di spesa, dei pagamenti eseguiti;
  • cura l’istruttoria delle attività contrattuali;
  • determina l’ammontare presunto dell’avanzo d’amministrazione;
  • valuta e seleziona i fornitori, gestendo le offerte e gli ordini di acquisto, consultandosi con il Dirigente scolastico;
  • gestisce la manutenzione ordinaria dell’Istituto, interfacciandosi con fornitori qualificati;
  • gestisce le scorte del magazzino.

Torna all'indice

Assistenti amministrativi

Gli assistenti amministrativi (tabella A CCNL 29.11.2007) curano, con autonomia operativa e responsabilità diretta, la predisposizione degli atti amministrativo-contabili dell’istituzione scolastica nell’ambito delle istruzioni ricevute.
Svolgono attività di diretta ed immediata collaborazione con il Direttore dei servizi generali ed amministrativi, coadiuvandolo nell’attività.
Forniscono il supporto amministrativo alla progettazione e realizzazione di iniziative didattiche decise dagli organi collegiali.
Ad ogni assistente amministrativo, sulla base di quanto previsto dal CCNL 29.11.2007 e successiva sequenza contrattuale e tenuto conto delle attitudini personali, delle capacità professionali e di eventuali richieste da parte degli interessati, viene attribuita una serie di compiti da svolgere correttamente nel corso dell’intero anno scolastico.
Ogni assistente amministrativo, oltre alle competenze di base attribuite, deve comunque saper svolgere tutte le pratiche d’ufficio che possono presentarsi nell’istituzione scolastica, soprattutto in assenza di personale, in quanto il lavoro dell’ufficio di segreteria non può e non deve arrestarsi per l’assenza di una unità al fine di non provocare ripercussioni negative sull’organizzazione amministrativa e didattica della scuola. Tutti gli assistenti amministrativi, al di là dei compiti specifici assegnati, sono comunque tenuti a collaborare con il Dirigente scolastico e con il Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi. Le pratiche di particolare complessità possono essere assegnate anche a più assistenti amministrativi contemporaneamente.

Torna all'indice

Assistenti tecnici

Si occupano:

  • preparazione e allestimento dei laboratori;
  • conduzione dei laboratori in compresenza col docente e assistenza al docente;
  • manutenzione delle apparecchiature e approvvigionamento materiale;
  • rapporti con gli uffici tecnici e attività di coordinamento.

Torna all'indice

Comitato studentesco e direttivo studentesco


Il Comitato studentesco è un organo di coordinamento delle classi e ha compiti di studio e di impostazione dei problemi comuni delle classi stesse nonché di collegamento tra queste e gli altri organi collegiali della scuola. Gli studenti membri del Consiglio di Istituto sono l'organo di collegamento tra il Comitato studentesco e il Consiglio di Istituto.
Sulla base di quanto stabilito dall'articolo 13 del DLgs 297/94, il Comitato studentesco può esprimere pareri o formulare proposte direttamente al Consiglio di istituto.

Compiti del Direttivo:

  • garantire l'esercizio democratico dei diritti degli studenti nelle assemblee e nelle riunioni del Comitato Studentesco e il loro regolare svolgimento;
  • preparare le riunioni del Comitato e dare esecuzione alle deliberazioni emesse in tali riunioni;
  • designare gli studenti che sono chiamati a collaborare nei gruppi di lavoro.

Torna all'indice

Consulta degli studenti

La Consulta Provinciale degli Studenti è l’ organo istituzionale di rappresentanza studentesca a livello provinciale. Persegue l’obiettivo di consentire un ampio confronto tra gli studenti delle scuole della provincia per portare avanti istanze e progetti inerenti la scuola secondaria di 2°grado. La consulta è in grado di stipulare accordi con le competenti autorità scolastiche o con gli enti locali, associazioni di categoria, volontariato e non; esprime pareri e il punto di vista studentesco agli Uffici Scolastici e agli Enti Locali, promuovendo iniziative di carattere locale, nazionale e internazionale.

Torna all'indice